Con il provvedimento di ieri sera, è stato nuovamente prorogato al 19 aprile 2022, il termine per la comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati relativi alle spese sostenute nel 2021 dai condomini con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, ai fini della dichiarazione precompilata.

Si rammenta che, per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle Entrate, gli amministratori di condominio devono inviare, entro il 16 marzo di ogni anno, una comunicazione con i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio con riferimento agli interventi sopracitati, che danno diritto alle detrazioni fiscali, indicando le quote di spesa imputate ai singoli condomini. 

Tra gli altri devono essere inviati i dati degli interventi che hanno usufruito della detrazione al 110% per interventi di ristrutturazione edilizia (sismabonus) e di riqualificazione energetica (ecobonus) e per i quali il condominio non ha effettuato pagamenti nell’anno di riferimento per effetto della cessione del credito da parte di tutti i condomini ai fornitori o della fruizione del contributo mediante sconto”, ai sensi dell’art. 121 del DL 34/2020.

Con provvedimento del 16 marzo 2022 l’Agenzia ha disposto il primo slittamento del termine al 7 aprile 2022 al fine di assicurare la trasmissione di informazioni il più possibile corrette e complete per la predisposizione delle dichiarazioni precompilate, anche per tenere conto dello slittamento dei termini per le comunicazioni di cessione di credito e sconto in fattura per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica (fissata per il prossimo 29 aprile).

Con provvedimento di ieri 07 aprile 2022, per le medesime esigenze, è stato disposto un nuovo slittamento del termine al 19 aprile 2022

Lascia un commento